Storia

stazzema1

Il 12 agosto 1944, il piccolo paese di Sant’Anna di Stazzema, a ridosso delle Alpi Apuane, in provincia di Lucca, fu teatro di uno dei più efferati eccidi compiuti dai nazi-fascisti in Italia durante il periodo di occupazione. Il paese fu circondato da colonne di SS, accompagnate da fascisti locali, che infierirono sull’intera comunità, massacrando 560 persone inermi, per la maggior parte donne, vecchi e bambini. Anche il piccolo organo della chiesa del paese fu distrutto dai colpi di mitraglia delle SS. Quel giorno fu uccisa anche la musica. Poi il silenzio, per decenni e decenni. Solo il 29 luglio 2007, più di un sessantennio dopo, la musica è tornata nuovamente ad allietare la piccola chiesa, grazie ad un nuovo organo, di squisita fattura, fatto costruire e donato da due musicisti tedeschi, i coniugi Maren e Horst Westermann di Essen, i quali, fin dal 2002, avevano iniziato a raccogliere fondi organizzando concerti benefici in Germania e in Italia. L’iniziativa ha ricevuto nel tempo l’Alto Patronato dei Presidenti delle Repubbliche italiana e tedesca, oltre al sostegno della Regione Toscana, della Provincia di Lucca, del Comune di Stazzema e di altre istituzioni della Toscana. Il nuovo organo è il coronamento ma non certo la fine di un percorso che in molti si sono impegnati a continuare. L’Organo della Pace si presta infatti, per le sue sonorità non aggressive, per il suono caldo ed avvolgente, all’esecuzione di un interessante repertorio. Ispirandosi all’opera Arp Schnitger, uno dei maggiori organari della storia, Glauco Ghilardi, costruttore in lucchesìa, ha cercato di rielaborare criticamente gli elementi costitutivi di alcuni modelli della più famosa tradizione organara tedesca. Così l’Organo della Pace è diventato “uno strumento tedesco on un’anima italiana”. L’Organo della Pace fa ora parte integrante del Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema e rappresenta, non solo per il suo altissimo valore simbolico, il centro di possibili iniziative da rivolgere a un vasto pubblico, soprattutto di giovani. 

s.anna

Dal 2007 un Festival Organistico vede ogni estate importanti musicisti italiani e tedeschi esibirsi nella piccola chiesa di Sant’Anna. L’associazione Amici dell’organo della pace di Sant’Anna di Stazzema intende promuovere e sostenere un’attività musicale e culturale incentrata sulla promozione della musica (a partire dalla tradizione organistica) in tutte le sue forme ed in tutti i suoi generi, quale linguaggio universale capace di avvicinare popoli e culture, di favorire l’esperienza del dialogo e del confronto e di sensibilizzare un largo pubblico ai temi della memoria e della pace, in un luogo simbolo quale Sant’Anna di Stazzema. L’associazione ha tra i propri soci l’Associazione Italiana Organisti di Chiesa (AIOC) e collabora stabilmente con l’Associazione Domenico di Lorenzo di Lucca.


© 2003-2017 - Contatti/Kontakt